Cos’è il percorso spirituale?


illusioniMolti di noi ad un certo punto della vita hanno scelto d’imboccare un “sentiero spirituale”, spinti da un’esigenza interiore, uno stato di insoddisfazione di ciò che appariva essere la realtà , la sensazione che dovesse esserci di più in questa vita di ciò a cui siamo stati “addestrati” a compiere. Molti iniziano per via di una dolorosissima perdita, quindi per un bisogno di conforto, qualcosa che lenisca il profondo dolore e quel senso immane di mancanza e vuoto improvviso da trascendere, per non impazzire. Molti altri per violenze, abbandoni traumatici o torti subiti a cui non volevano arrendersi, abbandonarsi. Per fortuna però non tutti devono passare l’inferno per decidere d’imboccare la via della coscienza interiore, tutti, chi più chi meno è da sempre in lotta con i propri mostri, le proprie ferite, le proprie paure, la vita qui sulla terra è un pò come una partita a scacchi, se vedi il gioco e ti butti magari vinci, se ti senti vittima impotente, hai perso. Fortunatamente anche qui, essendo un gioco (come certi giochi di ruolo GDR dove c’è sempre il trucchetto per passare un livello più complesso ^^ ) puoi sempre riprovare, ti rialzi, cambi schema, provi un nuovo percorso, finchè non trovi quello giusto per te e alla fine poi tutto diventa più leggero e facile da … GIOCARE!

Ma cos’è in fondo la Spiritualità ? ..Cos’è che si cerca quando si va in questa direzione? …

Il tranello del gioco sta proprio qui, .. il fatto è che ognuno di noi è già  un Essere Spirituale, non deve cercare niente e non deve percorrere niente per Essere Spirituale o illuminarsi, deve solo accogliere e riconoscere se stesso come tale! E’ importante capire che spesso, quando imbocchiamo questa strada, arriva un momento in cui ci si può bloccare, non si riesce più ad andare avanti, si pensa di stare ripercorrendo la strada all’indietro (almeno così sembra, ma non è così) e si comincia a forzare le cose, a darsi addosso per ogni più piccola caduta di “spirito” :p a cercare nuove strade e cose da fare, guru da seguire, che siano essi fisici e vivi o già  belli che trapassati.

“Cosa sto sbagliando? ..perchè va tutto storto?..medito, medito e passeggio nei boschi, sulla spiaggia, ma continuo a provare rabbia, provo tristezza, apatia, dolore, insoddisfazione, senso d’isolamento, gelosia, attaccamento. Faccio Yoga, vado a correre, recito i miei mantra tutti i giorni, vado in tutti i seminari che riesco a permettermi, incontri, frequento gruppi ed ho mille interessi. Perchè, perchè continuo a sentire ansia?”

Ed in tutto questo magari la cosa peggiore che possiamo fare a noi stessi è quella di fingere di stare bene, pensiero positivo a tutti i costi imponendolo, a volte con violenza, anche a chi ci sta intorno, perchè si teme la caduta. Si entra come in uno stato di catatonia ed a tratti apatia, dove le risposte diventano automatiche e mentali, si smette di ascoltare il cuore e si cerca disperatamente una via d’uscita da questa stasi interminabile che percepiamo come un profondo senso di abbandono. Tutto ciò nonostante gli impegni, lo yoga e la meditazione.

  1. Non esiste il fallimento, cancellalo.platone_maya
  2. Il sentiero è ancora lì, VEDILO e percorrilo senza paura, con calma.
  3. La notte buia dell’Anima non durerà  per sempre, tu cammina, oppure siediti e goditi il panorama, impara a fermarti.
  4. Stai cercando il tuo sentiero nelle Cose e nel Fare, ma il tuo sentiero è dentro il tuo Cuore.
  5. Il giudizio è la prima cosa da Cacellare dopo l’idea del fallimento.
  6. Ci stai provando troppo, stai quindi facendo resistenza ai fatti reali, a come stanno le cose ADESSO, non ACCOGLI Te stesso.
  7. Se corri per 3 chilometri, in velocità , dopo 10 anni di totale astinenza da attività  fisica probabilmente, se arrivi, dovrai vomitare l’anima per i crampi devastanti e per giorni, se non per settimane, non sarai in grado di muovere un solo muscolo senza provare dolore.

Quello che molti non riescono a chiarire dentro di Sè è che il “percorso evolutivo” non è qualcosa da raggiungere da fuori, quindi tramite studio, letture, immagazzinare dati ed informazioni.. si, ci può stare leggere, condividere informazioni con chi ci ispira in qualche modo, un autore o un saggio che ci risuona in particolar modo, fare più pratiche, seguire corsi di formazione, ma non deve essere un immagazzinare, non è una conoscenza, un’accumulare e farsi una cultura (mentale) di questo tipo d’informazioni per poi metterle in pratica, no! In realtà  il percorso di “Riconoscimento di Sè” (percorso di evoluzione all’interno del proprio Sè, raggiungimento della fonte originaria) arriva tramite lo svuotamento! .. E’ un percorso indivuduale, la vita può anche farti incontrare persone speciali che ti aiuteranno a guardarti dentro e trovare così la tua verità , ma tutto passa da te, non dall’esterno, sei tu che fai Esperienza di quel momento di consapevolezza, non è l’esperienza di un’altro, ma la tua!

luce-ombraQuando cerchi forsennatamente o compulsivamente esperienze evolutive o testi che possono aiutarti vuol dire che non stai accogliendo te stesso in questo momento, ti vuoi diverso, meno debole, meno sensibile, meno credulone, più indipendente, più distaccato “dagli altri”, più interessante, più qualcosa o meno qualcosa… (perchè non vuoi soffrire, ma la sofferenza è parte della vita, tutto dipende da come la affronti non da come la eviti)

Leggere, informarsi, avere una cultura su ciò che ci interessa va bene, il problema nasce quando la mentalizziamo e viviamo il tutto tramite concetti e idealizzazioni di filosofie da seguire alla lettera (mentalmente) anzicchè leggere per conoscere e poi mettere da parte per ascoltare la propria verità . Quello che si fa di solito è … siccome non sappiamo chi siamo e cosa sia giusto o sbagliato per noi, prendiamo la visione di un tizio che ci garba tanto e la facciamo nostra, senza mai chiedersi se è reale per noi, la prendiamo e la mettiamo in pratica come una religione.

La notizia è che la Spiritualità  non ha nulla a che fare con la religione. La religione è fatta di dogmi e leggi da seguire, imposte da un Dio sovrano che segna la strada per te. La Spiritualità  è la verità  del tuo Sentire, del tuo cuore, della tua pancia, del tuo Essere.

Un “Maestro” che mi diverto molto a leggere di tanto in tanto e mai con l’idea d’imparare da lui ma sempre con l’idea di confrontarmi con la sua visione è Osho.

Ho conosciuto Osho che ero molto giovane, lessi il suo libro “Tantra, Spiritualità  e Sesso” a 18 anni. Ero molto attratta da questo argomento che per me era totalmente sconosciuto, ➡ il sesso! .. e per di più inteso Spiritualmente! ..Tantra? ..cos’era il Tantra? … Era un concetto che mi entusiasmava, perchè dentro di me avevo sempre Sentito l’esperienza dell’Amore, in questo caso dell’atto dell’Amore, come qualcosa di trascendentale, che venisse da mondi più alti, il Sesso per me era Spirituale e lo è tutt’ora, per questo decisi di leggere quel libro. Lessi quel libro con molto distacco ed apprezzai già  allora la sua capacità  di entrare e scardinare qualche lucchetto … discriminare era la mia natura, lo è ancora… non inteso nell’accezione negativa del termine, ma positiva! …Osho è stato un grande maestro per molti, ha detto cose interessantissime e negli anni ho continuato a leggerlo perchè ho sempre adorato il modo in cui mi mette alla prova! ..Perchè in fondo è questo il punto! … Siamo tutti uno, ma allo stesso tempo ognuno di noi ha la sua personale Essenza contributiva, Osho provoca, quello era il suo compito era uno scassinatore di lucchetti. La provocazione innesca un conflitto (ciò di cui avevo bisogno all’epoca) interiore, questo conflitto è il modo per trovare la TUA verità ! (il mio modo il quel momento, anche se non ne ero consapevole all’epoca e mi arrabbiavo con l’esterno che accoglieva il mio invito a provocarmi)

Dunque… non si deve leggere Osho perchè poi si deve fare quello che dice lui, no! .. o si?

Amo conoscere ed incontrare persone che mi fanno pensare per altre vie, ed attraverso queste vie riesco a tracciare il MIO sentiero, dove scelgo (perchè tutto è una scelta) ciò che è vero e reale per ME, e chi me lo dice? ..La mente?.. no! ..Sempre il cuore ed a volte il corpo.. Se incontro qualcuno che mi dice: “Guarda che il cielo è Giallo!” Cribbio.. io sono convinta che per lui il cielo sia davvero Giallo, ma io lo vedo Blu, glielo dico se mi chiede come lo vedo io… dopo affari suoi! (E non è detto che io abbia ragione, il cielo potrebbe essere nero 🙂 ma non importa, importa “come mi fa stare l’idea che il cielo sia blu?” )

Quindi cos’è un percorso Spirituale? 🙂

E’ una via già  tracciata che altri hanno percorso diventando famosi nel mondo come “saggi” e noi ripercorriamo il sentiero?

Oppure è la via del tuo cuore? … Io dico, chiudi i libri, spegni la tv (soprattutto lei), la radio, (specie se ti trovi in ascoltare-sentire-se-stessiconfusione o in stati di agitazione perchè non sai più cosa sia vero) fatti influenzare meno da ciò che gli altri ti dicono sia “la verità  assoluta”, esci fuori nel mondo, provati, specchiati, vivi e sorridi, Ama profondamente.. la verità  assoluta non esiste, esiste il tuo modo di stare al mondo, lo decidi tu, sei tu che scegli, sei unico ed irripetibile e come tale non devi imitare nessuno, ne sentirti in colpa se cambi idea su un percorso. Esperienza è ciò che siamo venuti a fare, alcuni perchè si stavano annoiando dove erano prima, altri perchè dovevano smussare alcuni spigoli, e altri perchè seguivano altri che erano venuti a dimenticarsi e si dimenticavano a vicenda per ritrovarsi. ^^ Un gioco.. un pò come quando non si sa cosa fare il sabato sera e si gioca a pockerino!

Ciò che conta è cosa tu senti sia reale, e nessun guru, maestro o Cristo che sia può dirti cosa è giusto per te e cosa no. Chi sei, cosa vuoi, cosa senti e provi in ogni momento della tua vita, lo sai solo tu.

Comunque sia, qualunque strada o percorso deciderai di compiere per giungere a Te stesso, se davvero lo vorrai, e quando sarai pronto, giungerai nel Te profondo e da quel momento cambierà  tutto!

 

Porta lentamente allo scoperto tutto quello che si nasconde nelle profondità .

Alcune cose sono spazzatura e devi liberartene.

Altre sono perle di saggezza e devi apprezzarle in tutto il loro splendore.

Dietro la tua maschera si nasconde tutto ciò che è represso; e sotto c’è la bellezza della tua vera essenza. Raggiungila.

Osho

Non temere le TUE profondità , è lì la verità .


Informazioni su Daniela (Animessere)

La comunicazione, che sia verbale o non verbale, gioca un ruolo fondamentale in tutti i settori della vita. Un'immagine può rivelare molte cose, una parola detta nel modo e nel momento giusto può fare la differenza, come anche uno sguardo, un'abbraccio. Alla base di questo c'è l'individualità, perchè ogni persona è unica, e nella sua unicità va colta la sua essenza, la sua verità , il suo mondo. Sull'individualità  si fonda l'intera esistenza, l'omologazione rende schiave le persone e la loro vera essenza. Amo ascoltare o condividere momenti con le persone, e penso che la comunicazione sia l'unica via per un modo migliore, che questa avvenga tramite le parole, uno sguardo o un'abbraccio sincero. Amatevi ed Amate, senza ritegno!